Una boccata d'aria, pure troppa

Ieri sera Mimì era in casa sola col suo Pippo.
Dopo averlo messo a nanna si è accorta di aver di nuovo un po' di brividi e gola gonfia. Intanto ha pensato bene di cambiar l'aria in stanza del piccino dormiente, ché male non fa.
Poi è stata fagocitata dal disordine in cucina e ha messo in ordine.
Poi è stata languidamente distratta dal concerto Dalla-De Gregori alla tivù.
Poi si è ricordata che doveva preparare il secchio con i prodotti pulenti e gli stracci, ché il martedì mattina la mini-mimì-casa riceve un paio d'ore di profumate cure da parte di  Mirèlamenomalechecè.
Poi si è detta che non ci sarebbe stato nulla di male se si fosse attardata un pochetto al pc, girellando per blogghi e commentando qua e là.
Poi ha deciso che era l'ora della nanna anche per lei e si è resa improvvisamente conto, tornando di là, che il Pippo era lì, adagiato SOPRA le coperte e non SOTTO, a finestra bella spalancata per il cambio d'aria salutista e coperto quindi solo dal suo pigiamino di cotone fine fine.

Oggi Mimì é andata dal DoctorOne a farsi visitare e a prendere il certificato. Chissà che a breve non le tocchi d'andar anche dalla Uanda a far visitare un  povero Pippo dimenticato all'addiaccio.

-The Exciters       "Tell him" 

 

Annunci

Informazioni su mimimetallurgica

Sono io ma sono anche MimiMetallurgica e non sono ferita nell'onore, solo a volte.Ho un marito architetto ed un Pippo che CI somiglia, anche se tutti dicono che somiglia solo a lui.Al marito. Non sono un operaio siciliano ma per vivere faccio software. E per farlo son diventata una pendolare. Non é mai stata la mia passione ( il software; il pendolarismo già di più ). Diciamo che é stata più che altro una sfida. Vinta, sotto tanti aspetti ma non tutti. Diciamo che il software lo amo e lo odio. Diciamo però che ormai non riesco più a separarmene. Diciamo che se mi permette di scrivere e di leggere la vita allora lo amo di più. Mi piace perché mi permette di leggere Storie e raccontare Storie ed é dalle Storie che si impara a vivere. Mi piace perché mi permette di leggere di Canzoni e scrivere di Canozni ed é anche dalle Canzoni che si impara a vivere. A vivere meglio. Le persone, le cose e le storie presenti in questo spazio stanno a metà fra la realtà e la fantasia. A volte.
Questa voce è stata pubblicata in febbre, mamme, musica, sonno, stress. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Una boccata d'aria, pure troppa

  1. utente anonimo ha detto:

    povero pippo!mi rendo conto che il girellare per blogghi e commentare qua e la' faccia perdere la concezione del tempo…ops.. è tardi…;-)baci e riguardati!GAia

  2. 0rs0p0p4e3 ha detto:

    Gli è venuto il raffreddore a Pippo?

  3. utente anonimo ha detto:

    Povero Pippoletto!!! Mi sa che lui però se la dormiva lo stesso della grossa… Tanto comincia a fare pure più calduccio…Ma insomma, aprirla prima di metterlo a nanna la finestra, che dici??? BaciuzzAriel

  4. MarraS ha detto:

    Qui fra suffumigi (miei) ed aersol  (del mau) non se ne sorte per ora.L'unico che resiste alla grande é il Pippo.Credo sia perché la sera quando lo metto a nanna cambio l'aria nella sua stanzetta    :-PMimì-con-in-testa-l'asciugamano-da-suffumigiooooo

  5. svivi ha detto:

    Capita che il tempo passi senza rendersi conto qando si gira per i blogghi… Meno male che il Pippo è una roccia 🙂

  6. mammina74 ha detto:

    ma apri la finestra la notte?

  7. MarraS ha detto:

    @mammina: apro le ante a vetri della finestra; le persiane rimangono chiuse :-)Mimì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...