A volte ritornano. Ma a volte eh!?

Tempo fa é tornata la Valentina. Mamma Lila con tutta la sua tribù ha fatto ritorno qui nella cittadina.
E’ tornata con le orecchie basse? Sconfitta nel suo colpo di testa, nel suo tentativo di emancipazione miseramente fallito?
Macchè. Ha raccolto i suoi cocci, ha dato la colpa alla maledetta sorte ed é tornata qua, vicino a noi ma non troppo, stavolta.
Non è tornata qui nel quartierino, grazie al cielo, Mimì  pensa che non ce l’avrebbe fatta ad avere la Valentina a giro per casa quattro sere su sette, come lo scorso anno. E’ ritornata qua ma in periferia, a circa venti minuti di autobus.
Ha detto la mamma Lila che la casa là nel capoluogo era inagibile: impianto elettrico fuori norma, acqua calda che andava e veniva e corto cirucito un giorno sì ed uno no.
 
Lila, ma l’avevi vista la casa, prima di far traslocare tutta la tua indifesa tribù di minorenni, togliendoli dalla scuola della cittadina e dai servizi sociali della cittadina eh, l’avevi vista? Mi sa di no. O forse quando l’hai vista eri tutto fuorchè lucida, in preda a smanie di onnipotenza e di indipendenza assolute.
In effetti l’altra sera quando la Valentina ha suonato di nuovo, dopo tanto tempo, il campanello  della mimì-casa e l’ha di nuovo invasa, aveva addosso uno strano odore, un misto di fumo, di umido e di vestiti non puliti.
I suoi capelli no, quelli eran belli e setosi come sempre e con una deliziosa frangetta che pare le abbia tagliato con sorprendente maestria la sorella maggiore.
E’ arrivata dunque con quel suo viso d’angelo ed i suoi capelli biondo miele, che quando scuote la testolina per dire ‘no’, la sua risposta preferita da dare al mondo, le incorniciano il volto dalla fronte liscia e dalle sopracciglia come ali di gabbiano. Sopracciglia perfette.
Era magra, sempre più magra e storta. Quando ti si mette davanti per raccontarti le sue ultime travagliate vicende guardandoti seria in faccia con quegli occhi verdi e umidi di pioggia le sue anche stanno girate di tre quarti. Avrebbe dovuto iniziare a portare il busto, la notte. Avrebbe dovuto iniziare un nuova scuola in una nuova città, in una nuova casa.
Non è accaduto niente di tutto ciò.
Solo la casa nuova si è ritrovata, tornando qua. E’ quella del padre degli ultimi due cuccioli della mamma Lila: lui non ci abita. E’ in comunità a disintossicarsi. Almeno per altri due anni lui non torna, a litigare ed a picchiarsi con la Lila, e intanto c’é una casa con l’acqua calda tutti i giorni e l’impianto elettrico a norma.
Poteva andare peggio, no ?
Eh se poteva, dice mamma Lila. E tutti i suoi cuccioli ci credono, come no. Dovete esser contenti bambini, vedete com’è bello qui? E poi tu Valentina, cosa piangi, che qui nella cittadina hai anche i tuoi amici, quelli della mimì-familia, no ?
Come no, ci siam noi Lila, tranquilla.
Peccato che a volte siam gli utlimi a saperlo. Lei ti dice che vien da noi e noi mica lo sappiamo. 
La Valentina prende l’autobus e chissà da chi va: tanto a te dice che vien da noi, ma mica ci vien sempre, sai.
E menomale Lila, perché Mimì stavolta non ce l’avrebbe fatta. E’ contenta di vederla ogni tanto, é contenta che sia tornata. Ma é contenta che ritorni a volte e solo a volte.
Perché sai Lila, magari ci sono dei motivi per cui Mimì per ora ha un solo figlio, e di tre anni. E senza sorelle pre-adolescenti tormentate dall turbe dell’età.
Mimì ha le sue di turbe Lila, ed é già assai se risolve quelle per lasciarsi del tempo da dedicare al suo, di cuccioli.
Il suo unico cucciolo che di notte la cerca sempre.

 

-Patty Pravo   "La Bambola"
-Carmen Consoli   "Mandaci Una Cartolina"
 

 

Annunci

Informazioni su mimimetallurgica

Sono io ma sono anche MimiMetallurgica e non sono ferita nell'onore, solo a volte.Ho un marito architetto ed un Pippo che CI somiglia, anche se tutti dicono che somiglia solo a lui.Al marito. Non sono un operaio siciliano ma per vivere faccio software. E per farlo son diventata una pendolare. Non é mai stata la mia passione ( il software; il pendolarismo già di più ). Diciamo che é stata più che altro una sfida. Vinta, sotto tanti aspetti ma non tutti. Diciamo che il software lo amo e lo odio. Diciamo però che ormai non riesco più a separarmene. Diciamo che se mi permette di scrivere e di leggere la vita allora lo amo di più. Mi piace perché mi permette di leggere Storie e raccontare Storie ed é dalle Storie che si impara a vivere. Mi piace perché mi permette di leggere di Canzoni e scrivere di Canozni ed é anche dalle Canzoni che si impara a vivere. A vivere meglio. Le persone, le cose e le storie presenti in questo spazio stanno a metà fra la realtà e la fantasia. A volte.
Questa voce è stata pubblicata in dispiacere, musica, quartierino, rapporti, umore, valentina. Contrassegna il permalink.

5 risposte a A volte ritornano. Ma a volte eh!?

  1. utente anonimo ha detto:

    Ciao Mimì, dolcissima l’ultima frase.. buon week end   Meritamon

  2. utente anonimo ha detto:

    mimi’..
    speriamo che non si allontani tanto la piccola donna quando dice di venire da te e poi non ci viene…

    Gaia

    PS. ma TE ci vieni domenica in riva al mare?

  3. zhuangzi ha detto:

    avvolte ritornano
    a volt e’ ritornano
    a stolte ritornano
    a volte ristornano

  4. claracalvi ha detto:

    Vorrei averti io, come vicina di casa…
    Anche solo per mandarti l’Infanta, ogni tanto, a portarti un po’ di pace e di silenzio…

    Clara

    p.s. mi sono letta il post sulla Valentina, e mi son venuti i lacrimoni

  5. MarraS ha detto:

     @meritamon: son loro, i cuccioli, che son tanto dolci A VOLTE  😀  😀

    @gaia: p.s. : se no piove e mi sento meglio yeeessssss !

    @zhua: menomale che ci sei  😀  😀

    @clara:si potrebbe fare tutti assieme una gita allo zoo. O forse per le preadolescenti non é cosa adatta e magari si fanno due paaalleeee ?
    p.s. anche a mimì vengono spesso i lacrimoni quando si tratta della vale….

    mimì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...