Mountain People

Mimì é al paesello, in montagna, alla cazììììììnaaaaa come dice il Pippo.Trattasi della mini casa dei nonni Oli, pater e mater della Mimì medesima.

Chiaramente il  pavor diurnus  della Mimì si é attenuato, infatti qui al paese i pranzi e le cene sono preparati con precisione e puntualità dalla nonna Oli e per rassettare la cazìììììnaaaaa ci sono a disposizione quattro braccia: le sue e quelle super organizzate di nonna Oli, mentre il Pippo gioca in giardino, preferibilmente col nonno al guinzaglio, dato che odia fortissimamente odia giocare da solo e quando non può stare attaccato come una cozza alla madre ripiega sul nonno.

Il Mau é in città a lavorare, con la promessa di raggiungere la MimìFamilia sabato mattina, ché per l’appunto si tratterebbe della festa di Maria alias Ferragosto e quindi giorno non lavorativo anche per i noti indefessi stile Mau.Gran donna Maria. In questi giorni suggerisce spesso a Mimì di stare calma di fronte ad un Pippo a momenti nervosissimo e infelice ( si vocifera che tale atteggiamento bizzoso possa essere causato sia dall’abbandono del pannolo sia dalla paura che anche mamma sparisca di nuovo per andarea laùrale come il padre ha già fatto, subito dopo la breve vacanza marina durante la quale il sodalizio mau-Pippo ha raggiunto l’apoteosi).

C’é una cosa però che allieta, distrae e attenua il pavor diurnus da casalighismo paesano della Mimì: la presenza dei paesani. I paesani autoctoni e pure quelli dei paeselli limitrofi sono personaggi autentici, sereni, combattivi e ingegnosi al punto giusto.Sembra che nemmeno sappiano cos’é il pavor da casalighismo. Sarebbe d’uopo che Mimì imparasse cose da loro, sì sì.

-C’é SimonLeCoiffeur, barbiere, che stamane ha rimesso in taglio i capelli alla Mimì non senza difficoltà, dato che la clientela femminile é pressoché assente dal suo negozio, normalmente.Ha fatto pure un lavoro di fino, Simon, condotto con cura maniacale e completato con una modestia da diciassette euro.Dico.Diciassette.

-C’é il giocattolaio M. che prima di consegnare al Pippo una mini-carriola rossa in plastica l’ha spolverata tutta, ignaro della fine che la povera mini-carriola farà da qui a due giorni circa.

-C’é l’anziana signora che sembra MagaMagò che si ferma a fare i complimenti al Pippo e trova il tempo per disquisire con Mimì se siano migliori i burro cacao colorati oppure le miscele fatte in casa a base di crema idratante + rossetto.Che dire, un mito… considerando il fatto che le sue labbra erano l’unica cosa guardabile che aveva.

-C’é Parola il libraio che ha voluto donare a Mimì uno sgargiante segnalibro ed una ancora più sgargiante borsina plastificata per il suo libro appena acquistato. Considerando che si trattava del libro di Kris Carr dal titolo "Ho il cancro, vado a comprarmi un rossetto", forse il libraio non ha avuto tutti i torti nel regalare tali coloratissimi gadget ad una Mimì un pò scolorita.

Annunci

Informazioni su mimimetallurgica

Sono io ma sono anche MimiMetallurgica e non sono ferita nell'onore, solo a volte.Ho un marito architetto ed un Pippo che CI somiglia, anche se tutti dicono che somiglia solo a lui.Al marito. Non sono un operaio siciliano ma per vivere faccio software. E per farlo son diventata una pendolare. Non é mai stata la mia passione ( il software; il pendolarismo già di più ). Diciamo che é stata più che altro una sfida. Vinta, sotto tanti aspetti ma non tutti. Diciamo che il software lo amo e lo odio. Diciamo però che ormai non riesco più a separarmene. Diciamo che se mi permette di scrivere e di leggere la vita allora lo amo di più. Mi piace perché mi permette di leggere Storie e raccontare Storie ed é dalle Storie che si impara a vivere. Mi piace perché mi permette di leggere di Canzoni e scrivere di Canozni ed é anche dalle Canzoni che si impara a vivere. A vivere meglio. Le persone, le cose e le storie presenti in questo spazio stanno a metà fra la realtà e la fantasia. A volte.
Questa voce è stata pubblicata in casalinghismo, figli, paesello, vacanze. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Mountain People

  1. utente anonimo ha detto:

    Sarai meravigliosa, dopo 10 giorni di vacanza, altro ceh scolorita!
    un bacio e buon ferragosto
    HappyGaia

  2. capehorn ha detto:

    Forse la pelle non è più ambrata come i giorni di mare.
    Lo spirito è assolutamente all’altezza.
    Che sia l’effetto montagna ? 🙂

  3. utente anonimo ha detto:

    Ho provato a leggere il tuo blog. Devo dire che tutto sommato, non mi sembri una donna oberata dal “casalinghismo”. Ne sei soggetta in quella dose che è da ritenersi normale per tutte coloro, o tutti coloro, che decidono di mettere su famiglia e non possono permettersi maggiordomo, baby sitter, cuoca, autista, ecc., ecc. L’impressione che dai trasuda dal titolo del tuo blog: sei una delle tante donne insoddisfatte emotivamente della vita che conducono e che per non sentirsi in colpa dell’istintiva voglia di fuggire verso nuove avventure, fatte di appaganti emozioni, si giustificano dietro quello che tu chiami “casalinghismo”. Ragionane semplicemente e onestamente con te stessa invece che con la tastiera… forse troverai una soluzione.

  4. MarraS ha detto:

    @HappyGaia: oh. forse c’hai ragione te.Stamani al rientro al lavoro tutti mi han detto che ero abbronzata!!
    Peccato per l’occhio penco…al pomeriggio son finita al pronto soccorso oculistico:tre settimane di curaaaaaa. si ricomincia alla graaandeeee 😀 😀 😀

    @Cape: L’effetto montagna funziona eccome. L’effetto paesani pure.Se ci riesco ritorno su anche il prossimo fine settimana 😛

    @anonimo: Anoooooniiimooooooo !!!
    (da leggersi come il grido di battaglia Gerooooniiiimooooooo ! ! ! )

  5. zhuangzi ha detto:

    ho provato a leggere il tuo blog,
    se eri insoddisfatta bastava dirlo …

    voglio dire,
    emotivi teli trovo io vai

    qui anonimo mi infama indirettamente, cazzo lo sai no che ce l’ho nel mansionario ..

    ma io dico,
    ti rendi conto nel 2009
    c’è ancora gente che non $ç0p@ in ufficio ?

  6. MarraS ha detto:

    @zhuangzi: Bentornato!
    Eeehhhh già già già….ti rendi conto che siam fra quelli che nel 2009 non si dilettano fuggendo verso piccanti avventure, magari anche in ufficio,ché unné nemmen tanto lontano.

    O forse é che l’anoooonimoooooo (da leggersi come il grido di battaglia Gerooooniiiimooooooo ! ! ! )
    non ha capito un gran che di ciò che ha letto, visto che Mimì ha il pavor da casalinghismo proprio perché non c’é abituata penniente ? E si sente pure in colpa, la Mimì, a non andar d’accordo col casalinghismo savage 😛

    Mimì

  7. avvocanzo ha detto:

    Mitica, m’hai fatto rivivere la vecchia fattoria. C’è il barbiere – iere – ie ie iere – c’è il sagrestano – stano – ano ano ano 😀

  8. MarraS ha detto:

    @avvo: stano – ano ano ano, sììììì!Proprio lui sì. E’ che lui non l’ho descritto nel post perché da quando son diventata moooolto meno frequentatrice di sacri luoghi l’ho perso di vista 😛

    Mimì

  9. flammula ha detto:

    omammaaaa… vista la perizia del suo lavoro e la sua poca venialità, mi sa che la prossima volta invece che dal SignorBiz, passerò alla concorrenza e mi farò potare le chiome da SimonLeCoiffeur.

  10. MarraS ha detto:

    @flammula:Ma ceeertooo!Cosa aspetti? SimonLeCoiffeur é un grande, una rivelazione oh…

    Mimì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...