Deliri febbrili pasquali

Pasqua sotto le coperte, ne uscivo solo per vomitare.

Febbre a 38°, and a lot of  Tachipirina, che bello che c’é. Già, perché se sotto il suo effetto faccio sogni raccapriccianti, figuriamoci senza.

Dice che parlarne, dei sogni raccapriccianti, li esorcizza ed aiuta  a vederli per quello che sono, solo sogni.

Che siccome a parlarne mi vergogno quasi, scriviamone, cara la mia Mimì:

1 – Il Pippo che si alza di notte, scavalca i cancelli del lettino e viene in camera della Mimì febbricitante come un sonnambulo, con gli occhi di lucifero, sbarrati e di luce gialla attorniati.mio dio che spavento.

2- La piattaforma Splinderiana prende fuoco. Tutto fuma, i blog non esistono più. Per una volta che mi ero decisa a scriver qualcosa, dopo anni, tutti i miei appunti polverizzati.Qualcuno nel sogno vocifera che é tutta colpa della Gabriella Carlucci.

3-La Valentina torna dalla terra di mare ed é già una donna: filo di trucco filo di tacco, tatuaggio sulla spalla sinistra ed é già più alta di me di mezzo metro , ci vuole poco ma mio dio come ha fatto alla svelta .

4-Rapporto saffico consumato (quasi) sulla spiaggia di Castiglioncello in una ventosa giornata di sole primaverile mentre il marito é al bar con il di lei marito a vedere il motomondiale.

Sono felice, molto felice, che oggi la temperatura sia rientrata nei valori normali e sono oltremodo felice di essermi sognata, stanotte, che dovevo rendere l’esame di Fisica II.

Annunci

Informazioni su mimimetallurgica

Sono io ma sono anche MimiMetallurgica e non sono ferita nell'onore, solo a volte.Ho un marito architetto ed un Pippo che CI somiglia, anche se tutti dicono che somiglia solo a lui.Al marito. Non sono un operaio siciliano ma per vivere faccio software. E per farlo son diventata una pendolare. Non é mai stata la mia passione ( il software; il pendolarismo già di più ). Diciamo che é stata più che altro una sfida. Vinta, sotto tanti aspetti ma non tutti. Diciamo che il software lo amo e lo odio. Diciamo però che ormai non riesco più a separarmene. Diciamo che se mi permette di scrivere e di leggere la vita allora lo amo di più. Mi piace perché mi permette di leggere Storie e raccontare Storie ed é dalle Storie che si impara a vivere. Mi piace perché mi permette di leggere di Canzoni e scrivere di Canozni ed é anche dalle Canzoni che si impara a vivere. A vivere meglio. Le persone, le cose e le storie presenti in questo spazio stanno a metà fra la realtà e la fantasia. A volte.
Questa voce è stata pubblicata in febbre, sogni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Deliri febbrili pasquali

  1. utente anonimo ha detto:

    il rogo della piattaforma splinderiana li batte tutti, non sono ancora arrivata a tanto sebbene anche i miei sogni siano “piuttosto strani”. comunque è rassicurante sapere di non essere l’unica a sognare ancora le interrogazione di italiano e gli esami dopo più di dieci anni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...