Deh oh

-"Deh oh, ma la Valentina? Unzi vede più?"

mi dice la mia vicina di casa from Livorno, sempre in  Terra di Toscana, pure lei.

– "No no" –  la rassicuro io – "e’ da sua nonna in Terra di Mare di Toscana, per le vacanze di Pasqua"

-"Ah, ti sentirai riavere allora", mi dice.

-"Sì, uno stacco ci voleva!" le rispondo.

E poi la penso, la Valentina. La penso dieci e più volte al giorno e mi scopro a dirmi "questa quando torna gliela racconto, alla Valentina", "questo quando torna lo do alla Valentina".
Che so, magari a tratti, ma solo a tratti, mi manca.

Una cosa é certa. Quando torna parleremo di cose allegre, in presenza a lei.
Perché nelle ultime sere, mentre raccontavo a mau del Zazz per esempio, che era preoccupato di dar soldi alla banca ché sennò scatta il pignoramento, lei mi fa:

-"Mamma Lila quando son venuti da noi a pignorare ha detto loro che lei ha solo quattro figli.Nulla di più.Nemmeno un marito. Se ne volevano prendere uno…"

Oppure, quando guardava la sua fiction  preferita in cui una mamma mostrava la sua pancia, mi fa:

-"Mia sorella ha abortito".

-"Opperbacco"- le rispondo, con una tranquillità che mi lascia esterefatta pure a me medesima-"mi dispiace"- aggiungo.

-"A lei no" – mi dice – "é troppo giovane ora per fare la mamma, ha detto".

ed io annuisco, in silenzio. Lei insiste, mi guarda seria e mi fa:

-"Mi speghi cosa vuol dire? Che vuol dire, cosa ti fanno quando abortisci?"

Beh, mi son messa li e le ho spiegato cosa voleva sapere, non una parola di più non una di meno.
Durante la pubblicità. Son riuscita solo a dirle che si sta male, ‘quando si abortisce’ come dice lei.
Ma lei mi ha risposto che sì, per forza, ti fanno un intervento, chissà che dolori.
Punto.Poi é ricominciata la sua fiction.

Annunci

Informazioni su mimimetallurgica

Sono io ma sono anche MimiMetallurgica e non sono ferita nell'onore, solo a volte.Ho un marito architetto ed un Pippo che CI somiglia, anche se tutti dicono che somiglia solo a lui.Al marito. Non sono un operaio siciliano ma per vivere faccio software. E per farlo son diventata una pendolare. Non é mai stata la mia passione ( il software; il pendolarismo già di più ). Diciamo che é stata più che altro una sfida. Vinta, sotto tanti aspetti ma non tutti. Diciamo che il software lo amo e lo odio. Diciamo però che ormai non riesco più a separarmene. Diciamo che se mi permette di scrivere e di leggere la vita allora lo amo di più. Mi piace perché mi permette di leggere Storie e raccontare Storie ed é dalle Storie che si impara a vivere. Mi piace perché mi permette di leggere di Canzoni e scrivere di Canozni ed é anche dalle Canzoni che si impara a vivere. A vivere meglio. Le persone, le cose e le storie presenti in questo spazio stanno a metà fra la realtà e la fantasia. A volte.
Questa voce è stata pubblicata in aborto, quartierino, valentina. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Deh oh

  1. utente anonimo ha detto:

    si, si sta male

  2. MarraS ha detto:

    Immagino di sì. Tanto male.
    Anzi, forse non immagino nemmeno.

  3. LaPulceIronica ha detto:

    Il punto è che non passa,non passa mai.
    è un ricordo che non è tale,sempre presente,sempre recente è un sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...